Gechi

 Deutsch
 Français

Casa Maiorana
Località Casa Maiorana - 84060 Roccagloriosa (Sa)


Le spiagge



Circolo A.R.C.I.
Amici del Cilento

Da Casa Maiorana si gode la vista del Golfo di Policastro, con Sapri alla nostra sinistra, Maratea e la gigantesca statua del Cristo di fronte, e a destra la Calabria.

Per andare al mare ci sono due comode superstrade, mai affollate, che si imboccano all'uscita di Roccagloriosa. Il tratto di costa a cui si accede è quello che va da Scario a Palinuro (e oltre, risalendo verso Pisciotta). Bisogna tenere a mente che la costa tra Scario e Marina di Camerota è accessibile solo a piedi o in barca, per questo i due tronconi di superstrada si presentano uno di fronte all'altro e sembrano scendere su due versanti opposti, in realtà tagliano fuori il Monte Bulgheria e le sue propaggini conducendo una a sud e l'altra a nord dello stesso.
Il tratto di superstrada Roccagloriosa/Policastro è di 6 km. E Policastro è il luogo di mare più vicino. La spiaggia si presenta però, fino a Sapri, stretta e sassosa.

Se invece, all'uscita della superstrada prendiamo a destra ci possiamo dirigere verso Scario che raggiungiamo in 3 - 4 km. Scario è un paesino di mare minuscolo e bellissimo che vale la pena visitare più volte. A Scario è semplice lasciare l'auto in uno dei 2 parcheggi custoditi vicino al mare e salire, al porticciolo lì di fianco, su uno dei barconi/pullman che ci porteranno alle più belle spiagge per gli amanti di pinne, maschere, tuffi ed esplorazione. Le barche, di due differenti compagnie, partono ogni ora e battono il tratto di costa tra Scario e Punta Infreschi.
Ogni giorno abbiamo così numerose partenze e ritorni per e da "I Gabbiani", "Risima", "Sciabica" e "I Francesi". La prima partenza è al mattino alle 9.00. L'ultimo ritorno alle 18.00 del pomeriggio. Il tragitto, tutto sottocosta, così che possiamo ammirare le splendide grotte e insenature, dura mezz'ora circa. Da Scario si parte anche 1 volta alla settimana per Punta Infreschi: piccolissimo e splendido porticciolo naturale che racchiude una minuscola spiaggia di sabbia dove si trova un antico veliero pirata adibito a ristorante. Tutt'attorno rocce levigate e grotte da esplorare o circumnavigare a nuoto. La traversata dura un'ora. Punta Infreschi è un posto da non perdere. Ci si informa al porto di Scario per costi e orari.
L'altro troncone di superstrada conduce invece alla parte di costa compresa tra Palinuro e Marina di Camerota. La superstrada finisce poco dopo il paese di Poderia e si immette sulla "Mingardina" che segue il corso del fiume Mingardo nel suo ultimo tratto fino alla foce. Si tratta in tutto di 18 km. di buona strada larga e ben tenuta e di un paesaggio (il Canion che si innalza ai lati del Mingardo, l'antico Borgo di San Severino abbarbicato sul costone di destra) che vi farà venire voglia di fermarvi prima di essere arrivati a destinazione. Alla fine della Mingardina vi troverete a un bivio: sulla vostra destra Palinuro e sulla sinistra Marina di Camerota. Ma non dovete raggiungere i centri abitati. Lì ai vostri piedi ci sono coste bellissime. Prendete a destra per Palinuro, rallentate a qualche centinaio di metri, quando sulla vostra destra vedete un distributore IP. Alla stessa altezza sulla sinistra troverete le indicazioni per diversi campeggi e villaggi. Seguite l'indicazione "Beau River" e vi troverete su una stretta strada sterrata che costeggia un canale che vi porta al mare.
Alla fine del canale la strada si apre in un ampio parcheggio quasi sul mare. In tutto si tratta di minuti e di centinaia di metri: l'ultimo tratto si potrebbe benissimo fare a piedi. La spiaggia dove arrivate è quella famosissima "dell'Arco Naturale". Vale a dire rocce a strapiombo sulla vostra testa e sabbia finissima sotto i vostri piedi e un arco di roccia sotto cui passare che collega una spiaggia a un'altra e a un'altra ancora. La spiaggia dell'Arco Naturale è il 2º posto da non perdere. Va però detto che nelle spiagge dell'Arco, sempre molto affollate, c'è tutta la crema, il trendy, l'in, il cool dei bagnanti e dei vacanzieri.

Se siete un po' orsacchiotti e preferite il vicino di spiaggia a distanza, alla fine della Mingardina girate a sinistra verso Marina di Camerota. Avrete a destra il mare e una bella pineta. Dopo il camping Pineta trovate le indicazioni per vari "lidi" (bar con ombrelloni e molta spiaggia libera intorno) parcheggiate lungo la strada stando attenti ai divieti. Attraversate la pineta seguendo le varie indicazioni e vi troverete su una spiaggia di sabbia ampia e lunghissima. Qui non vi disturba nessuno.

Verso Marina di Camerota, superata la pineta, le spiagge si susseguono, sabbia circondata da rocce, e hanno accessi dalla strada, quindi le guardate e vi fermate dove vi piace.
Ci sono poi dei giri in barca che non potete perdervi. Ad esempio: Le grotte di Palinuro. Generalmente la gita comprende una puntata e una sosta alla Baia del Buondormire (rocce a strapiombo su una spiaggia molto incassata davanti a un mare/laguna). Il giro in barca costa 12 euro. Si parte da Palinuro/Lido Ficocella o da Palinuro/Porto e da tutti i campeggi e i villaggi della costa. A voi conviene, per comodità di strada partire dall'Arco Naturale o dal Lido il Viottolo. Con i barcaioli si possono aprire trattative perché vi portino qui o là, vi ci lascino, vi vengano a riprendere ecc.
Anche dal porto di Marina di Camerota ci si può far portare in barca alle spiagge (Pozzallo, Cala di Luna) che vanno da Marina di Camerota a Scario o si può raggiungere Punta Infreschi.



© Casa Maiorana 2018